suzuki jimmy

Suzuki Jimny il grande successo

L’ultima generazione della Jimny ha fatto registrare numeri record alla Suzuki

Il grande successo, registrato dalla casa giapponese, con l’ultima generazione della Suzuki Jimny risiede senza dubbio nella dichiarazione di cessata produzione a partire dall’anno 2020.

In realtà la produzione continuerà solo per la versione omologata come autocarro e quindi con soli due posti.

Ma vediamo di ripercorrere insieme la storia di questa compatta, realizzata con lo scopo di soppiantare definitivamente la vecchia e leggendaria Samurai.

Quando ancora non si parlava di Jimny

Infatti i primi prototipi della piccola Jimny erano tutti racchiusi nei pochi esemplari della sua antenata Samurai, prodotta per lo scopo, nella versione Coily.

la versione Coily venne ideata nel corso del 1997 con l’intenzione di introdurre la novità più significativa che la casa Giapponese aveva concepito per questo segmento.

L’inserimento di un nuovo sistema a molle elicoidali a ponte rigido. Tale variazione del vecchio sistema a balestre venne adottato per garantire un maggior comfort, soprattutto nei tratti più impegnativi del fuoristrada.

Così nel 1999 la Suzuki decide di abbandonare la produzione della sua piccola Samurai per dedicarsi a tempo pieno nella sua nuova Jimny.

Inizialmente proposta solo nella versione chiusa verrà affiancata nel 2000 anche dalla versione cabrio con cappotta in tela. Purtroppo destinata a sparire dal mercato solo 9 anni dopo.

Abbiamo atteso molto tempo prima che la casa nipponica decidesse, nel 2018, di iniziare a produrre la nuova ed ultima generazione del suo piccolo fuoristrada.

Un figlio che dal 1970 ad oggi ha fatto registrare un numero imponente d’immatricolazioni.

Considerando gli innumerevoli modelli off-road presenti sul mercato, la cosa che più velocemente si riesce a notare è la differenza nella misura di questo segmento.

Infatti la Suzuki Jimny è quasi unica nel suo genere.

Con poco meno di 4 metri riesce a inglobare tutte le caratteristiche essenziali di un fuoristrada puro. Con il vantaggio di essere accessibile economicamente e più agile nella guida sia urbana che non.

L’ultima generazione

Oggi, rispetto alle precedenti versioni, la nuova nipponica vanta un design dalle linee squadrate (esterne e interne) che ricordano la sua antenata Samurai, ma che di fatto sono state ideate con lo scopo di affascinare non più soltanto gli amanti del settore off-road.

Infatti la nuova compatta giapponese oggi abbraccia un pubblico più numeroso, che ora, più che mai, sa riconoscergli il fascino delle linee avvolgenti e molto meno spigolose.

Anteriore della nuova Suzuki Jimny
Anteriore della nuova Suzuki Jimny dalle linee squadrate e avvolgenti
interni della nuova Suzuki Jimny
Gli interni dal design squadrato della nuova Suzuki Jimny

La prova su strada

Le innumerevoli prove su strada hanno dato un esito piuttosto positivo nell’ off-road, pur evidenziando alcuni limiti.

Il primo è relativo al tipo di gommatura utilizzata. Non propriamente adatta ai terreni fangosi, la mettono a dura prova nei casi di scarsa aderenza.

E anche i tempi di frenata risentono evidentemente del tipo di mescola e delle dimensioni degli pneumatici.

Pneumatici della nuova Suzuki Jimny
Gli pneumatici della nuova Suzuki Jimny

A livello di comfort viene spesso segnalato il poco spazio disponibile del baule. Soprattutto nei casi in cui i sedili posteriori vengano messi in posizione. Ma dal resto bisogna anche comprendere che il vantaggio delle dimensioni uniche nel suo genere deve far rinunciare a qualcosa.

Situazione questa che molto probabilmente è alla base della decisione giapponese di abbandonare la versione 4 posti e concentrare tutti i suoi sforzi nell’omologazione autocarro.

baule posteriore della nuova Suzuki Jimny
Baule ridotto con i sedili posteriori in posizione

In conclusione va detto che in linea generale il suo comportamento, sia su strada che fuori, viene elogiato dagli addetti ai lavori, che non risparmiano mai parole di lode per questa piccola jeep.

Numeri record di vendite

Attualmente la nuova Suzuki Jimny è diventata quasi un sogno poterla possedere. Ogni scorta è già stata esaurita, grazie alla grande richiesta del mercato.

Sono rimasti disponibili pochi esemplari, ma bisogna necessariamente rivolgersi al mercato europeo fuori confine. Con grande attenzione a quello tedesco. L’unico che ancora oggi riesce a garantire uno scarso numero di disponibilità.

Prova a cercare qui la tua Suzuki Jimny e se hai dubbi contattami.

Tanto è vero che molti consumatori stanno già intravedendo in questo piccolo fuoristrada un possibile investimento, sia immediato che futuro.

Con molta soddisfazione personale posso dire che fino ad ora sono riuscito ad aiutare molte persone che alla fine si sono aggiudicate alcune delle esigue disponibilità di questo mercato oltre confine.

Se anche tu vuoi poterti aggiudicare uno degli ultimi pezzi disponibili puoi contattarmi sul mio blog personale.

Se anche tu hai trovato interessante questo articolo ti chiedo di lasciare un commento o di condividerlo sui tuoi social preferiti.

Condividi l'articolo

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Chi siamo

    Auto Acquisto Sicuro

    Auto Acquisto Sicuro

    Sei sicuro di conoscere tutte le insidie del mondo auto? Possiamo aiutarti dalla scelta fino all'acquisto finale della tua nuova auto. Acquista in tutta sicurezza.

    Il nostro usato

    Land Rover Discovery Sport

    Land Rover Discovery Sport, immatricolata il 13/09/2018. A.A.S. propone in vendita questo SUV compatto dalle linee sportive, icona della storica casa automobilistica inglese. Questa versione con

    Vai all'auto »

    Citroen C1

    Citroen C1 immatricolata il 23.04.2013. A.A.S. propone in vendita questa city car della Citroen. Con un motore 1000 benzina da 68CV, adatta a neopatentati e

    Vai all'auto »

    Fiat 500 L

    Fiat 500 L immatricolata il 29/09/2014. A.A.S. propone in vendita questa Fiat 500 L nella nuova versione con motore 1,4 da 120 cv alimentato a

    Vai all'auto »

    Contattaci

    Seguici su Facebook

    Seguici su Instagram

    Gli ultimi articoli